MelaTorrentMelaTorrent

I migliori programmi per Mac sulla rete Torrent in Italiano

Archive for the ‘finder’ tag

ChronoSync 4

with one comment

ChronoSync

ChronoSync

ChronoSync è un semplice quanto efficace programma di sincronizzazione di file e cartelle. Permette di sincronizzare gruppi di file e o cartelle in diverse destinazioni del disco fisso così da poter confrontare versioni e modifiche. Il programma è molto semplice ed efficace attraverso la sua interfaccia molto chiara e ben strutturata. Permette un controllo totale sulla cartella di destinazione anche attraverso l’uso di alcuni parametri e regole che aiutano nel controllare i volumi di sincronizzazione.

La versione che vi propongo non è l’ultimissima 4.1 di cui non si trova un pacchetto (e neanche un seriale ancora) ma la precedente 4.05: se qualcuno avesse maggiore interesse vedremo, tra qualche tempo di cercare qualche novità.

Link al torrent: http://btjunkie.org/torrent/ChronoSync-4-0-5-with-sn/435892d63d6513397058440592ce3517fb8c1b237bfd

Oggi voglio fare di più, vi voglio suggerire una validissima alternativa a questo programma che si chiama Synkron che potete trovare su http://synkron.sourceforge.net/: la differenza è che è altamente customizzabile e, soprattutto, è gratis!

Written by MelaTorrent

luglio 23rd, 2010 at 3:03 pm

Dropbox sincronizza i file e cartelle online e nei tuoi computer

with 2 comments

Dropbox

Dropbox

È forse uno dei programmi indispensabili da avere per forza sopra il Mac e che dopo averlo provato, non se ne può fare più a meno.

Dropbox è abbastanza semplice nel suo funzionamento. Permette di avere una cartella sul proprio computer, una vera e propria cartella, semplice come le altre nel finder, che però, quando ci inseriamo dei file, questi vengono caricati automaticamente online sullo spazio che abbiamo su Dropbox. Già questo sarebbe fantastico così da avere dei file sempre a disposizione sul proprio computer, modificarli ed averli sempre a disposizione nella loro ultima modifica online per scaricarli dove vogliamo.

Ovviamente necessita dell’installazione di un piccolo programma: sa si tratta di un freeware e il servizio è gratuito!

Ma se installate Dropbox su i vostri diversi computer avrete sempre la cartella di Dropbox sincronizzata su tutti i computer. Fantastico!

Nella cartella pubblica potete portare i vostri file e cliccare col destro per copiare il link Dropbox e mandarlo ai vostri contatti , nella cartella delle foto potete inserire tante immagini e mostrare la galleria online agli amici, potete organizzare altre cartelle e scaricare tutto da un altro computer in ZIP.

Potete avere cartelle condivise con altri utenti! Per i lavori di gruppo è fantastico: tutti, nella loro cartella di gruppo di Dropbox, avranno gli stessi file con le stesse modifiche.

Installando DropShorty (scaricatelo da http://beefdisciple.com/software/dropshorty/) basta trascinare i file sull’icona del programma nella Dock di Mac e avrete copiato il link al file nella clipboard da incollare agli amici e il file si copia automatico nella cartella pubblica e si sincronizza online (qualcosa di simile a Dockdrop se lo conoscete).

Io consiglio a tutti di iscriversi: non si sa mai potremmo fare anche una cartella di gruppo per MelaTorrent con qualche utilità dentro!

C’è anche la App per iPhone che vi permette di vedere tutti i tipi di file all’interno della vostra Dropbox! Cioè…

Link per l’iscrizione: https://www.dropbox.com/referrals/NTE2NzE4NjM5

Written by MelaTorrent

luglio 1st, 2010 at 11:31 am

The Pirate Bay: la storia del tracker dei pirati

with 2 comments

The Pirate Bay

The Pirate Bay

Tre semplici biondini svedesi, nel 2003 decisero di creare in più cazzuto celebre sito di torrent del pianeta. Mentre mi documentavo prima di scrivere questo articolo ho pensato che anche questi tre ragazzi, a loro modo, come Jobs e Gates, saranno ricordati nella storia dell’informatica… certo in maniera diversa. Ma partiamo dall’inizio…

Alla fine del 2003 Gottfrid Svartholm (aka Anakata), Fredrik Neij (aka TiAMO) e Peter Sunde (aka Brokep) mettono su The Pirate Bay: La Baia del Pirata!

Fin dalla sua creazione, TPB è stata presa fortemente di mira dai detrattori del P2P, ovviamente in particolare dalle case discografiche. Inizia così una guerra giudiziaria che si trascina ancora oggi con una richiesta di risarcimento di 1,6 milioni di euro:

Dalla Baia la risposta è chiara e secca: Gottfrid Svartholm risponde così alle accuse “possono andare a farsi fottere”.

E questo vi dice tutti su questi personaggi: dei miti!

Forse ricordate che lo scorso anno, addirittura i provider italiani, bloccarono la connessione verso http://thepiratebay.org/ che veniva reindirizzato verso un sito spione di IP. Ciò fa comprendere, da una parte, quanto potere possano avere alcune aziende, dall’altro quanto sia importante ormai come mezzo di scambio il P2P. Di riposta venne aperto un indirizzo, http://labaia.org, dalla quale si accedeva comunque al sito.

Fonte: http://tecknologica.altervista.org/wordpress/2008/04/27/the-pirate-bay-storia-di-un-sito-nellocchio-del-ciclone/

Written by MelaTorrent

gennaio 26th, 2009 at 2:13 pm

TNT Village: tracker etico per torrent italiani

with one comment

TNT Village

TNT Village

Il primo sito di cui voglio parlarvi in questo blog è forse il più rinomato, grande e organizzato nella scena italiana del P2P su piattaforma BitTorrent.

TNT Village si prepone lo scopo di…

poter offrire a tutti gli Italiani, in particolare coloro che vivono all’estero, l’opportunità di tenersi aggiornati in tema di cultura, di arte e di opere dell’ingegno attraverso la condivisione, senza fine di lucro, di opere, anche tutelate da copyright, sulla rete P2P.

In tal senso, il gruppo opera secondo una certa etica che non vole in alcun modo ledere gli interessi delle catene di distribuzione o delle etichette ma propone un vasto archivio di materiale digitale per lo più introvabile attraverso qualsiasi altro canale.

Da questo punto di vista, lo statuto della comunità, afferma come sia giunto il momento di cambiare le leggi che tutelano il diritto d’autore, ormai strumento di detenzione per opere che altrimenti sarebbero sepolte sotto il peso del tempo e dello sfruttamento economico. C’è da elogiare lo splendido lavoro di questi ragazzi che hanno permesso a molti connazionali, studenti, appassionati, nostalgici di ritrovare pezzi di cultura italiana persi per strada e la volontà di sfruttare la rete per un fine più nobile di quello che comunemente le case di produzione vogliono far credere.

Vogliamo dire: dove potreste mai trovare, seppure lo cercaste, film come Howard… e il destino del mondo oppure Il tassinaro?!

Written by MelaTorrent

gennaio 13th, 2009 at 2:29 pm